Progetto italiano Città Sostenibili

 

In uno scenario caratterizzato dalla progressiva concentrazione nelle aree urbane di oltre la metà della popolazione mondiale, diventa sempre più rilevante il ruolo delle città sia quale motore di crescita delle economie sia quale territorio sul quale affrontare e vincere la sfida al riscaldamento globale.

Se è vero che, a livello più generale, il 75% dei consumi di energia e l’80% delle emissioni di gas serra derivano dalle aree urbane, è altrettanto vero che ci sono amministrazioni già avviate verso soluzioni infrastrutturali in grado di assicurare tre obiettivi centrali quali: qualità della vita per i cittadini, competitività e sviluppo sostenibile.

Per supportare queste amministrazioni, e le altre che vorranno intraprendere questo cammino, Siemens riconosce da tempo alle città un ruolo assolutamente centrale nella lotta al cambiamento climatico, agendo in prima linea con un determinante contributo infrastrutturale, in primis grazie al suo portfolio di tecnologie amiche dell’ambiente.

Perfettamente in linea con questo approccio, con l’obiettivo di conoscere da vicino le principali sfide legate alla tutela del territorio e le misure possibili o in fase di implementazione, Siemens Italia ha commissionato ad una società di ricerca di primaria importanza quale l’Istituto Piepoli un’indagine sull’attuale livello di sostenibilità ambientale, in termini di infrastrutture esistenti e di soluzioni messe in atto per la tutela del territorio, presso 10 principali città italiane.

I risultati di questa analisi - che fotografa la situazione oggettiva ad oggi esistente, integrandola con una rilevazione qualitativa presso i principali opinion leader in termini di loro percezione su stato attuale e prospettive future - intendono essere uno strumento di riflessione e condivisione, un contributo offerto alle comunità locali con l’obiettivo di stimolarne un continuo sviluppo, sempre più duraturo e sostenibile.

Dopo l'esordio del progetto a Torino (3 maggio 2010), lo studio realizzato da Istituto Piepoli è stato presentato insieme all'Amministrazione cittadina e agli altri principali stakeholder locali anche a Genova  (4 giugno 2010),  Milano (11 novembre 2010), Roma (24 novembre 2010),   Firenze (4 aprile 2011) e Savona (24 Maggio 2012)

09/04/2010