Storie di  ordinaria eccellenza

Introduzione di Federico Golla (CEO Siemens SpA)

Quale importante realtà locale di una grande multinazionale presente in oltre 190 Paesi, sentiamo da anni e, progressivamente in modo sempre più forte, il tema della competitività dei territori.

Posizionati stabilmente nelle top ten countries del nostro gruppo – ancora oggi per l’esattezza in settima posizione di questo speciale ranking globale – non ci riconosciamo nei ritratti a tinte fosche che vengono a volte dipinti all’interno e all’esterno dei nostri confini. E tantomeno riconosciamo i ritratti di molte aziende che in molteplici campi applicativi operano giorno per giorno al nostro fianco: veri campioni di eccellenza che meriterebbero di veder pubblicamente riconosciuta, in modo ancor più esplicito e condiviso,la propria leadership.
Per rendere giustizia a queste eccellenze e contribuire ad accendere, o comunque a tenere ben alzati, i riflettori sui loro progetti d’avanguardia abbiamo avviato un percorso ambizioso, che abbiamo condiviso con RCS Corriere della Sera SETTE.

Con loro abbiamo attraversato la penisola, per raccontare storie uniche, fatte di lunga tradizione industriale, come anche di continua innovazione tecnologica e competenze tecniche e ingegneristiche distintive, in svariati ambiti in definitiva di risaputa primazia italiana: da quello energetico a quello manifatturiero, dall’alimentare al bio-medicale.

Ma così facendo abbiamo anche testimoniato di vicende umane, dove la passione e l’intuito hanno in alcuni casi contribuito a superare il sottile limite tra resa e successo a fronte di quei momenti cruciali che talvolta si presentano nella vita di una realtà imprenditoriale o di un’esperienza manageriale.
 Assistendo pertanto a una perfetta combinazione tra i tre principi che da sempre segnano la rotta del nostro Gruppo:ovvero proprio Eccellenza, Innovazione e Responsabilità.

È emerso in questo modo un quadro tanto nitido e realista, quanto per certi versi potenzialmente inatteso, contraddistinto da realtà uniche in termini di risultati dell’attuale gestione ma anche e soprattutto in termini di lungimiranti visione e ricerca.
Realtà con i piedi ben piantati nel suolo italico, ma con la testa e con le operation diffuse anche oltre-confine, dove clienti ed estimatori di molti continenti non fanno che rafforzare il nostro orgoglio di essere cittadini italiani, oltre che – come Siemens – di rappresentare partner di primo piano, in grado di fornire contributi decisivi condividendo queste esperienze di successo.
Tale orgoglio, personale e professionale, non può certamente concludersi con questa ricognizione di casi virtuosi. Per questo l’atto in qualche modo conclusivo del nostro percorso, questo prezioso book di realtà “che il mondo ci invidia”, contiene già in sé i nuovi germogli per lo sviluppo futuro, con uno sguardo ai prossimi anni e a come il nostro Paese potrebbe evolvere. Non rinnegando le sue vocazioni ma anzi valorizzandole proprio nel solco di una crescente interrelazione con altre culture ed economie che spesso continuano a guardarci con stima e ammirazione.